Sci

sci

 

PARCO REGIONALE DELLE DOLOMITI D'AMPEZZO

Anello del Col dei Bòs

È uno dei percorsi scialpinistici più frequentati e affascinanti del Parco, che si svolge in salita lungo una strada di guerra con traccia spesso battuta e su un vasto altopiano di alta quota spazzato dal vento e in discesa lungo la pista battuta del Lagazuoi, salvo un breve tratto iniziale.

Due soli piccoli pendii sono soggetti a pericolo di valanghe, in occasione di forti accumuli da vento. A distanza di qualche giorno dall’ultima nevicata il percorso risulta quasi sempre battuto. 

Incontro con camosci svernanti quasi assicurato; da febbraio in poi aquile in volo per la nidificazione.

 

Località di Partenza: Ròzes

Località di arrivo: Bain de Dònes

Modalità di percorrenza: Sci Alpinismo, 3/3,5 ore

Dislivello: 700 metri

Lunghezza: 9,5 chilometri

Grado di difficoltà: Medio

Accessibilità: Adatto a tutti gli scialpinisti

Dal parcheggio di Ròzes si salgono con lieve pendenza i tornanti della strada militare, superando dapprima il bivio per gli Ospedaletti di Torre Falzarego e poco dopo una breve galleria. Le serpentine si vanno stringendo e la strada passa alla base di un aggetto roccioso con panchina; segue un breve tratto su pendìo ripipdo con pendenza trasversale e leggero rischio di valanghe, da valutare caso per caso. Oltre, si raggiunge rapidamente la forcella Col dei Bòs; in caso di neve sicura e trasformata, la discesa può svolgersi anche lungo il percorso di salita ripartendo da qui.

Per chiudere l’anello si prosegue a sinistra (ovest) in leggera salita, attraversanto tutto il versante nord del Col dei Bòs e della Cima Falzarego su neve spesso ventata, ma esente da rischi. Punto più alto della escursione è la Forcella Travenanzes, dalla quale si deve scendere verso sud a congiungersi con la vicina pista del Lagazuoi. Porre attenzione agli accumuli di neve ventata nel primo tratto sotto la Forcella.

Si scende su pista battuta fino al Passo Falzarego, si attraversa la strada delle Dolomiti e si riprende la discesa sul versante opposto; si passa dapprima alla base degli impianti del Col Gallina, per proseguire poi verso il Pian dei Menìs, fino all’arrivo della pista a Bain de Dònes, punto di partenza degli impianti di Cinque Torri.

Il parcheggio di  Ròzes si trova un chilometro più a valle lungo la strada delle Dolomiti.

 

PARCO REGIONALE DELLA LESSINIA

Sci nordico 

San Giorgio di Bosco C/N 1.505 m.

Bocca di Selva 1.551 m.

Passo Fittanze 1.393m.

Per gli amanti degli sci stretti, il comprensorio di Malga San Giorgio offre più di 50 Km. di piste che si snodano sul magnifico altopiano tra San Giorgio, Bocca di Selva e Passo Fittanze, toccando quote che vanno dai 1370 ai 1750 m., con possibilità di partire da tutti e tre i punti. Un percorso che permette sia agli escursionisti che agli agonisti di ammirare panorami ed incantevoli paesaggi per tutta la lunghezza del famoso anello della 'Translessinia', dell'anello agonistico 'Galbana' e di tutti glia ltri percorsi, godendosi un momento di ristoro presso i vari rifugi. Garantiti sono l'innevamento, la manutenzione ed il soccorso; presso lo Stadio del Fondo è inoltre possibile usufruire degli spogliatoi riscaldati.

Lo Stadio del Fondo di Conca dei Parpari offre tre interessanti anelli per lo sci di fondo omologati F.I.S.I. di 10, 7.5, e 5 kmdi lunghezzacon un comodo centro servizi predisposto per riunioni di giuria, ufficio gare e sale premiazioni.

  Malga San Giorgio – Loc. Passo Fittanze di Erbezzo, 35 km di circuiti e tracciati; 

  Conca dei Parpari – Loc. Dosso Alto di Roverè Veronese, 45 km di circuiti e tracciati; 

  Campofontana di Selva di Progno, 7 km di circuiti e tracciati, di cui 800 m illuminati. In località San Giorgio e Passo Fittane noleggio attrezzature per lo sci da fondo.

Sci alpino

San Giorgio di Bosco Chiesanuova 1.505 - 1.806 m. Moderna seggiovia biposto 'Gaibana', con tappeto per l'imbarco.

Pista illuminata per lo sci in notturna, omologata F.I.S.I aperta 2 sere la settimana.

Campo Slitte con nastro trasportatore.

Pista Bar 'Apres sci' per completare la giornata sulle piste ed iniziare il divertimento.

Nuova pista 'Slalom Stadio' omologata F.I.S.I.

Impianto di innevamento che garantisce la neve programmata su tutte le piste.

Possibilità di sciare con lo skypass da 2, 3 o 4 ore. Il tempo di utilizzo comincia dall'ora di ingresso agli impianti.

In località San Giorgio, noleggio attrezzature per lo sci alpino, snowboard, slittini, ciaspole.

Malga San Giorgio di Bosco Chiesanuova, m 1.505: 3 impianti di risalita (1 seggiovia e 2 sciovie);

Pista illuminata: il mercoledì sera dalle 20.00 alle 23.00 è possibile sciare su pista illuminata, presso lo stadio del fondo Loc. San Giogio di Bosco Chiesanuova. 

Kitesnow

Malga Lessinia è la base della scuola – loc. Fittanze di Erbezzo

Ciaspole

Per chiunque voglia vivere un'avventura emozionante a stretto contatto con la natura, immerso nel silenzio dei boschi e circondato dagli splendidi panorami dell'altopiano innevato.

Escursioni invernali nel Parco della Lessinia sia con la tecnica del Nordic Walking su sentieri tracciati sia con le ciaspole per dossi e valli,tra suggestivi ed incantevoli paesaggi.

Noleggio attrezzatura in località San Giorgio.

 

PARCO DELLE DOLOMITI BELLUNESI

 

Croce d'Aune

La Seggiovia Val Maor è situata sul versante nord-ovest del Monte Avena, comodamente raggiungibile da Passo Croce d'Aune seguendo le indicazioni. Comodamente servita da ampio parcheggio, bar e ristorazione, permette di risalire i 500 metri di dislivello sino al Campon d'Avena in circa 15 minuti.

La Seggiovia è aperta durante il periodo estivo da giugno a settembre e permette sia la risalita degli escursionisti che delle biciclette, grazie agli opportuni ganci di trasporto.

Le piste sono affacciate sul Parco e le cittadine di Pedavena e Feltre.

Nevegal

Vicina a Belluno e alle città della pianura veneta, l'Alpe del Nevegal è facile da raggiungere, semplice da visitare e affascinante da scoprire in ogni stagione. Rilassante e rigogliosa in primavera ed estate, accogliente e colorata in autunno, divertente e dinamica in inverno: l'Alpe si vive sempre, incontrando le esigenze delle famiglie, dei ragazzi e degli amanti della natura.

Nei mesi estivi l'Alpe del Nevegal è un ambiente verdeggiante, ricco di boschi, prati, sentieri e percorsi vita adatti a famiglie e bambini, per il trekking, per itinerari in mountain bike e per ritrovarsi in un pic-nic nelle numerose aree attrezzate. Il Parco Pineta è una struttura pensata per turisti e vacanzieri con barbecue, tavolini e chioschi con servizio bar e piatti tipici. L'Alpe in estate accoglie i visitatori nel meraviglioso ambiente naturale ideale per riscoprire il benessere della natura, la magia degli spazi verdi assolati e la vitalità dello sport all'aperto, con le numerose attività per esperti, principianti e appassionati di montagna: ampi spazi per lo skiroll, esaltanti sentieri, la palestra di roccia, campo da calcio, campo da beach volley e calcetto, campi da tennis e tantissime altre possibilità.

In inverno L'Alpe del Nevegal è la stazione sciistica preferita dagli sciatori del weekend per la vicinanza con l'uscita dell'autostrada A27 Venezia-Belluno. Infatti in pochi minuti si raggiunge il piazzale da dove partono gli impianti di risalita della skiarea. 30 Km di piste, sempre innevate e battute, e una pista (la Coca Bassa) illuminata per la discesa in notturna. 10 km disposti in 2 anelli per sci di fondo, pista di snowboard in Col Toront e Snowpark attrezzato per gli amanti del genere. Infine, per gli specialisti dello scialpinismo sono dedicati 2 percorsi immersi in una natura incontaminata. L'Alpe del Nevegal soddisfa le esigenze degli sciatori più esperti e anche dei principianti con 4 campi scuola, dotati di nuovi impianti sicuri e adatti ai bambini. Gli impianti, con una capacità di 8.500 persone all'ora, consentono una rapida salita e tanto tempo da dedicare allo sci e al panorama che si può godere dalla cima. Le piste sono affacciate sul Parco e la città di Belluno.