La Sezione

Sezione Parchi, Biodiversità, Programmazione Silvopastorale e Tutela dei Consumatori

 

La Sezione Parchi, Biodiversità, Programmazione Silvopastorale e Tutela dei Consumatori della Regione del Veneto adempie a molteplici funzioni di protezione, benessere sociale e produzione di beni e servizi, che il bosco e le aree naturali protette sono chiamate ad assolvere, tramite un’oculata gestione delle risorse disponibili, elaborando e proponendo progetti e strategie d’intervento su diversi fronti: da quello normativo-legislativo a quello economico-finanziario, senza tralasciare l’aspetto dell’innovazione e della ricerca. Lo scopo è far convivere le legittime aspirazioni di sviluppo socio-economico delle popolazioni con il mantenimento delle peculiarità naturali-paesaggistiche, in un’ottica di conservazione e di sviluppo sostenibile.

 

Parchi e biodiversità

Spetta all’Assessorato alle Politiche dell’Agricoltura e ai Parchi attraverso la Sezione Parchi Biodiversità Programmazione Silvopastorale e Tutela dei Consumatori, la gestione della Rete Ecologica Regionale, comprendente tutti i territori che contengono aree ecologicamente rilevanti, attraverso l’individuazione di appropriate forme di governo del territorio, compatibili con la conservazione dell’ambiente e della natura e, contemporaneamente, sensibili alle legittime esigenze delle popolazioni residenti entro tali aree e alle loro culture.

Il patrimonio naturalistico costituito dai Parchi e dalle Aree Naturali Protette rappresenta uno dei principali elementi di identità della Regione. La loro presenza e la salvaguardia non favoriscono solamente un’importante condizione per la conservazione della biodiversità, ma diventano elementi imprescindibili di sviluppo sostenibile, di crescita sociale ed economica solidale; inoltre, la valorizzazione di tali zone protette porta ad una maggiore competitività dei territori.

La gestione della politica regionale dei Parchi e delle Aree Protette si sviluppa attraverso le seguenti principali azioni:

- il ripristino di elevati gradi e livelli di naturalità, grazie a interventi di miglioramento funzionale degli ecosistemi della rete ecologica veneta;

- la conoscenza del territorio dei Parchi e delle Aree Naturali Protette in stretta collaborazione con i Parchi, coinvolgendo le scuole, le istituzioni e le associazioni di categoria, al fine di incentivare il turismo “ecocompatibile” con la conservazione dell’ambiente naturale;

- la promozione dell’ambiente e del territorio attraverso la partecipazione dei Parchi alle manifestazioni di carattere fieristico e ai convegni istituzionali, oltre all’utilizzazione dei canali giornalistici e multimediali, strumenti di comunicazione propedeutica alla crescita di una coscienza ecologista;

- la valorizzazione dei prodotti e delle offerte dei singoli Parchi con una politica di “marchio comune”, dove il prodotto tradizionale del territorio (agricolo, artigianale, culturale, ecc.) diventa elemento di traino promozionale di un sistema unitario;

- la predisposizione e la partecipazione a progetti qualificati e qualificanti in ambito regionale, nazionale e comunitario, con importanti ricadute positive sociali, scientifiche ed economiche per la comunità veneta come ad esempio il Progetto a scuola nei Parchi giunto alla 2° edizione e il Progetto NATREG Transnazionale (2007/13) – Programma SUD EST EUROPA (SEE); 

- la programmazione comunitaria e la gestione di finanziamenti, tra i quali rientra la Programmazione Comunitaria POR − CRO parte FESR (2007-2013) ed il Fondo per le aree sottoutilizzate FAS (2007-2013). L’Unità di Progetto Foreste e Parchi risulta essere la Struttura Regionale di attuazione (SRA) dell’Azione 1.3.4 “Interventi innovativi di conservazione e valorizzazione del patrimonio naturale” e dell’Azione 3.2.3 “Attività innovative di promozione del patrimonio naturale” nel caso del POR e della linea d’intervento 3.2 “Valorizzazione e tutela del patrimonio naturale e della rete ecologica regionale”, nel caso del Fondo FAS; 

- la gestione tecnica, contabile ed amministrativa, costituita da tutte quelle attività ordinarie che vedono gli uffici regionali impiegati nella quotidiana gestione dei capitoli di spesa che assegnano risorse per le attività dei singoli Parchi, quali ad esempio i “Contributi annuali agli enti di gestione di parchi naturali per le spese di impianto e di funzionamento”, le “Spese per il sostegno dei parchi regionali e interregionali per l’attuazione delle previsioni dei piani ambientali”, gli “Interventi per la conservazione e la tutela della natura nelle aree naturali protette”, oppure gli “Interventi strutturali per la rete Natura 2000” nel caso della Biodiversità.

 

Sezione Parchi, Biodiversità, Programmazione Silvopastorale e Tutela dei Consumatori della Regione Veneto

Via Torino 110 - 30172 Mestre (VE)

t. +39 041 2795467 fax +39 041 2795461