Isola della Donzella

bici

Si prende l’argine del Po di Venezia verso destra, partendo dalla chiesa di Tolle. Lasciato il Po di Venezia per il Po di Tolle, si vedono a destra l’abitato di Ca’ Dolfin e a sinistra il ponte che collega l’isola della Donzella con l’isola di Camerini, dove si trova la centrale termoelettrica. Percorriamo l’argine del Po di Tolle, verso Scardovari, dalle case colorate e verso Bonelli, con la sua fila di case rosse.
Superato il porto turistico di Barricata in corrispondenza di una curva a destra, è possibile svoltare nello sterrato a sinistra per raggiungere la foce del fiume. Di fianco al porto si può accedere alle spiagge sull’isola della Barricata, attraverso un ponte a pagamento. Si torna sulla strada asfaltata che costeggia per 24 km la Sacca degli Scardovari e si seguono sempre le indicazioni per Santa Giulia. Lungo il “ramo perduto” del Po di Mello si è creata l’Oasi di Ca’ Mello, dove si trova una torre d’osservazione per birdwatching. 
Subito dopo, il biotopo Valle Bonello: una valle da pesca che riproduce gli ambienti antecedenti alle bonifiche. Superata la pineta di Cassella e, più oltre, un diroccato magazzino di riso immerso nella laguna, si percorre una curva a gomito a ridosso della bocca del Po di Gnocca, quindi si arriva a S. Giulia. Qui un suggestivo ponte di barche collega l’isola della Donzella a quella di Ariano. Si continua a risalire il ramo del fiume fino a Gnocca dove si svolta a destra sulla strada Scoetta, attraverso un paesaggio uniforme di campi separati da canali rettilinei, verso Ca’ Mello. Proseguendo per la campagna si rientra a Tolle.

 

INFO PERCORSO

Lunghezza anello: 55 km circa

Tempo medio percorrenza: 3,5/4 ore

Partenza/Arrivo: Tolle

Condizioni del percorso: strade asfaltate

Parcheggio auto: in Via Damiano Chiesa

 

IN EVIDENZA

Sacca degli Scardovari

Tra le foci del Po di Gnocca e del Po di Tolle, è il più grande “orto” d’Italia per l’allevamento di vongole e cozze. Le case dei pescatori con i colori vivaci ed i loro camini a dado sembrano messe lì appositamente per essere fotografate.

Biotopo Valle Bonello

Nella parte occidentale dell’isola della Donzella, relitto dell’omonima valle da pesca, il biotopo è caratterizzato da acque salmastre, da antichi dossi (bonelli) ricchi di vegetazione che delimitano le peschiere e da tratti di acque dolci derivanti dai canali di scolo delle bonifiche.

Oasi di Ca’ Mello

È una palude d’acqua dolce situata a ridosso del mare, a Porto Tolle, “un’aula a cielo aperto”, un vero e proprio mosaico di ambienti naturali attorniato da verdi risaie, dove si possono conoscere gli ecosistemi, la flora, la fauna e gli aspetti morfologici e storici del Delta del Po.